previous arrow
next arrow
Slider

News

Al Personale scolastico, ai Sigg. Genitori e, in particolare, a tutti gli alunni e le alunne dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco” di Tolentino

 

Carissimi Tutti, domani, 14 Settembre, la Scuola italiana è chiamata ad un nuovo inizio dell’anno scolastico. “Nuovo” non soltanto per il susseguirsi burocratico dei tempi scolastici, soprattutto “nuovo” per le dinamiche e le condizioni che ci hanno portato a questo inizio e che ci accompagneranno ancora nei tempi quotidiani scanditi dal suono della campanella.

Lo sforzo umano e professionale profuso negli ultimi tempi dai vari soggetti coinvolti nell’organizzazione della ripartenza ha lasciato il segno: ognuno degli attori coinvolti ha dato il massimo impegno, la massima disponibilità e la massima competenza nelle scelte e nelle azioni che venivano poste in essere, per garantire la massima sicurezza possibile agli alunni e alle alunne che avrebbero dovuto calcare i corridoi e le aule da lì a poco. Non nascondo, anche se con pudore, le notti insonni passate a cercare soluzioni possibili che si adattassero a una realtà variegata, che cercassero di non stravolgere una realtà consolidata pur dovendo rispondere a stretti vincoli dettati dalla normativa anti-diffusione del Covid-19. Ringrazio il Personale scolastico che, a vario titolo, ha partecipato alle operazioni di sistemazione dei locali; grazie al loro lavoro possiamo presentare uno spazio-Scuola che riesce ad essere ancora un luogo di crescita culturale, nonostante i tanti vincoli a cui attenersi per garantire la massima sicurezza possibile. Ringrazio i sigg. Genitori, che hanno condiviso i problemi e le difficoltà e che in grande maggioranza si sono dimostrati pronti ad accettare delle condizioni diverse da quelle degli anni scolastici precedenti, consapevoli che quelle decisioni erano prese nell’interesse dei loro figli. Ringrazio l’Amministrazione comunale, l’Ufficio Tecnico del Comune e tutti gli Enti e Associazioni che si sono dimostrati pronti a rispondere alle esigenze dell’istituzione scolastica in questa situazione di emergenza sanitaria in tempi davvero ristretti. Ora è il momento di ripartire, di riaprire dopo diverso tempo le aule, lasciandole tornare il luogo di incontro della cultura e dell’umanità interagente, pur se in condizioni diverse e che sembrano andare in direzione opposta. Una nuova sfida educativa si profila all’orizzonte: trovare le modalità giuste di trasmissione del sapere e di relazione umana in un contesto “avvelenato” da un nemico subdolo qual è il Covid-19. Importante e fondamentale sarà il rispetto delle regole, che si identifica ora con il rispetto della persona. Indossare la mascherina, evitare assembramenti all’ingresso e negli spazi della Scuola, lavare/igienizzare spesso le mani, non sono solo delle semplici norme perentorie a cui obbedire: sono il vademecum di un nuovo galateo che vuole rispettare e aver cura di tutti i soggetti con i quali si entra in contatto. Un nostro piccolo gesto che può costare un piccolo sacrificio, può essere fondamentale per la salute di chi ci sta accanto. Non dobbiamo mai dimenticare che una nostra disattenzione o superficialità, può condizionare la vita di chi ci sta di fronte. A tutti gli alunni e le alunne va l’augurio di buon anno scolastico, da parte mia e di tutto il Personale scolastico, a loro che dovranno vivere questa “nuova” Scuola tra mascherine, gel igienizzante e distanza di sicurezza. Già hanno dato dimostrazione di sapersi adattare alle situazioni di emergenza, come avvenuto nel post-sisma, trovando la forza di guardare avanti con positività, trovando il “bello” nascosto nelle situazioni più difficili con l’ottimismo che contraddistingue la giovinezza pronta a stringere la Vita nelle proprie mani. A noi adulti sta il compito di supportarli e seguirli, guidandoli nei momenti critici e gioendo con loro nelle vittorie che conseguiranno nel loro cammino.

 

Chi desidera vedere l’arcobaleno, deve iniziare ad amare la pioggia” (P. Coelho, “Aleph”)

 

Buon anno scolastico a tutti!!!

 

Il Dirigente scolastico

dott. Giuseppe Calenzo

 

La lettera

Link utili

Torna su